Lunedì-Venerdì: 9:00-19:00 / Sabato 9:00-13:00

Caldaie a condensazione: perchè hanno sostituito quelle tradizionali?

29/lug/2017

Dal 26 Settembre 2015 nei paesi appartenenti all'Unione Europea, in base alla direttiva 2009/125/CE, le case produttrici di caldaie a gas hanno cessato la produzione di caldaie tradizionali (per intenderci la classica camera stagna), per lasciare il posto a quelle a condensazione, con lo scopo di ridurre le emissioni di anidride carbonica del 20%, in base al piano europeo 20.20.20.Le caldaie a condensazione devono essere munite di etichetta energetica, simile a quella che troviamo da tempo sugli elettrodomestici, contenente i requisiti minimi stabiliti dalla direttiva europea.

La caldaia a condensazione:

  • consente di ottenere un notevole risparmio sulla bolletta del gas, in base alla tipologia di impianto;
  • ha un rendimento elevato;
  • ha emissioni inquinanti ridotte.

 

Tuttavia, sono ancora in produzione e in commercio caldaie di tipo "B" a camera aperta, con tiraggio naturale. Attenzione però: questa tipologia può essere ancora installata solo ed esclusivamente se collegata ad una canna fumaria collettiva ramificata.